Pensione anticipata 2024, novità INPS, modificati i termini per andare in pensione: ecco per chi e tutte le novità

Pubblicato il: 08/07/2024

In ottemperanza alla Legge di Bilancio 2024, l’Inps ha adottato la Circolare n. 78 del 3 luglio 2024, in cui apporta delle modifiche sui termini di decorrenza per le pensioni anticipate, in particolare la pensione anticipata ordinaria e la pensione per i lavoratori precoci. Ma vediamo nello specifico a chi è rivolta e quali sono i nuovi termini di decorrenza.

In merito ai soggetti coinvolti, nella circolare ritroviamo coloro che sono iscritti:

  • alla Cassa per le pensioni ai dipendenti degli Enti locali (CPDEL);
  • alla Cassa per le pensioni ai sanitari (CPS);
  • alla Cassa per le pensioni agli insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate (CPI);
  • alla Cassa per le pensioni agli ufficiali giudiziari, agli aiutanti ufficiali giudiziari e ai coadiutori (CPUG).
Da questo elenco si può comprendere che i soggetti interessati sono solo gli iscritti alle Casse facenti parte dell'ex INPDAP (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica).
Di conseguenza sono esclusi i soggetti iscritti ad altre Casse previdenziali, coloro che godono della pensione anticipata e i lavoratori precoci che godano del cumulo dei periodi assicurativi. Per queste categorie si applicano le regole ordinarie e non sono previste modifiche.

Passiamo ora all’analisi dei nuovi termini di decorrenza della pensione, termine con il quale intendiamo il momento dal quale si inizia a corrispondere il trattamento pensionistico per chi ne ha diritto.
Il punto 6 della Circolare Inps va a specificare il tempo di decorrenza, calcolato in base al periodo di maturazione del diritto al trattamento pensionistico:

  • 3 mesi se il diritto è maturato entro il 31 dicembre 2024;
  • 4 mesi se il diritto è maturato entro il 31 dicembre 2025;
  • 5 mesi se il diritto è maturato entro il 31 dicembre 2026;
  • 7 mesi se il diritto è maturato entro il 31 dicembre 2027;
  • 9 mesi se il diritto è maturato entro il 31 dicembre 2028.
Vediamo poi i termini per presentare la domanda di pensione anticipata per il 2024.
Per la pensione anticipata il termine è il primo marzo dell’anno in cui si matura il diritto al trattamento pensionistico. La domanda può essere presentata entro il 30 novembre senza che sia considerata nulla, ma verrà presa in considerazione solo se ci saranno le risorse per erogare la pensione.

Per Quota 103 e Quota Donna il termine è il 31 dicembre 2024, previo raggiungimento dei requisiti.

Per l’APE sociale e l’APE sociale donna il termine per chiederne il riconoscimento è il 31 marzo 2024, se si soddisfano i requisiti. Oppure entro il 15 luglio 2024. Tutte le domande inviate dopo questa data, ma entro il 30 novembre, verranno prese in considerazione solo se ci saranno risorse disponibili.

Infine, per la pensione di vecchiaia, la domanda va presentata a partire da 3 mesi prima della maturazione del diritto alla sua percezione.


Vai alla Fonte